Fibromialgia: una morte “bollente” per tre milioni di spagnoli

Questa malattia può tradursi in oltre 30 diversi sintomi, tra i quali i più invalidanti sono il dolore e l’affaticamento cronico

La presidente dell’Associazione per la fibromialgia di   Afibrom  ,   Luisa Fernanda Panadero Gómez  , afferma che questa   malattia “invisibile”   è una morte “bollente” per i quasi tre milioni di persone che ne soffrono in Spagna.

“La fibromialgia non è vista, è sofferta”, ha detto Baker in un articolo pubblicato questo venerdì, in occasione della Giornata mondiale della fibromialgia e della sindrome da affaticamento cronico, questo sabato 12 maggio, che indica che questa malattia “è una realtà che continua a crescere, che non comprende le classi sociali, il livello culturale, l’età o il punto cardinale. “

“La fibromialgia è passata dall’essere un problema di salute all’essere   un problema sociale  . Colpisce il 5,4% della popolazione e il 92,7% sono donne a rischio di esclusione sociale “, afferma Baker.

Fatica cronica

Il presidente di Afibrom spiega che “lungi dall’essere psicologico, come molti sono stati determinati a far credere”, è una malattia “neuroimmune”, quindi compromette l’intero organismo e può tradursi in più di 30 sintomi diversi, tra cui il più disabilitazione sono dolore e   stanchezza cronica  .

“La fibromialgia è una malattia cronica e invalidante di causa sconosciuta e senza un trattamento efficace”, ribadisce Panadero, per chiedere la fine della stigmatizzazione di coloro che ne soffrono, sistematicamente accusati di “bugiardi, denuncianti, neurotici, depressi, truffatori, truffatori, vittime. . “

Secondo lui, “il fatto che la realtà di questa dura malattia sia stata negata per così tanto tempo ha causato   danni fisici e morali irreparabili   in molti colpiti”, mentre – aggiunge – “a livello sanitario, la  polimerizzazione  è stata abusata” creando ” persone tossicodipendenti “.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *