La fibromialgia ti causa notti insonni?

Il ciclo del corpo umano è affascinante su molti livelli. Uno dei processi rigenerativi più importanti nel corpo è il sonno.

Un sonno adeguato è essenziale per tutti gli aspetti della nostra salute. Chi si occupa degli effetti della fibromialgia sa benissimo che un sonno adeguato può essere sfuggente e difficile da ottenere.

Mentre mi siedo per scrivere questo articolo, ironia della sorte, ho dovuto affrontare una grave esplosione che ha interrotto il mio sonno e interrotto i miei schemi di sonno. Sono stato privato del sonno per giorni, al punto da sfinirmi, solo per ritrovarmi così stanco che ho dormito per 12-14 ore senza riuscire a rivitalizzarmi e svegliarmi riposato.

Che cosa sta facendo la fibromialgia a causare danni ai nostri schemi di sonno?

Cause di scarso sonno con fibromialgia

Molti ricercatori ritengono che le persone con fibromialgia non dormano abbastanza. In effetti, dal 2 al 10% della popolazione soffre di fibromialgia e circa tre quarti delle persone con fibromialgia hanno problemi a dormire. Il più comune è una sensazione di sonno non ristoratore o non riposante.

Per quelli con fibromialgia, non importa quante ore dormi: il sonno generalmente non è ristoratore, quindi le persone si svegliano sentendosi stanche piuttosto che riposate. Ciò è probabilmente dovuto a una quantità insufficiente del sonno più profondo e riposante.

Per comprendere meglio i cicli del sonno, i ricercatori hanno identificato tre tipi di sonno: sonno leggero (fasi 1 e 2), sonno profondo (fasi 3 e 4) e sonno paradossale (REM).

Se non passi abbastanza tempo a dormire sonni tranquilli, il tuo corpo rallenta la produzione di ormoni importanti. La ridotta produzione di questi ormoni può aumentare il dolore nelle persone con fibromialgia.

Allo stesso modo, se non si ottiene abbastanza sonno REM, il corpo può produrre meno cortisolo (sebbene l’ormone, che controlla la pressione sanguigna e lo zucchero nel sangue, possa essere rilasciato in qualsiasi momento durante il sonno). Le persone con fibromialgia possono avere bassi livelli di cortisolo, che contribuisce al loro eccessivo affaticamento.

Ricerca e risultati

I ricercatori hanno riunito un gruppo di volontari sani in un esperimento di ricerca. Quando vengono privati ​​del sonno REM, sviluppano in pochi giorni sintomi di fibromialgia: affaticamento, difficoltà cognitive, irritabilità e dolori muscolari. Dopo aver interrotto il sonno profondo ogni notte per 7-14 giorni, i suoi sintomi erano indistinguibili dai pazienti con fibromialgia.

Fibromialgia e disturbi del sonno

Altri problemi di sonno che molte persone affette da fibromialgia affrontano includono insonnia, sindrome delle gambe senza riposo (RLS), apnea notturna e paralisi del sonno.

Insonnia
Difficoltà ad addormentarsi
Frequenti risvegli o risvegli precoci Cambiamento di
fase (difficile addormentarsi fino alle prime ore del mattino) L’
insonnia è comune nella fibromialgia. Tieni presente che il livello di affaticamento di una persona non ha nulla a che fare con la sua capacità di addormentarsi o rimanere addormentato. Molti credono erroneamente che se sei abbastanza stanco, dormirai. Questo non è il caso di una persona con insonnia.

I trattamenti benefici per l’insonnia includono la terapia cognitivo comportamentale e una buona igiene del sonno. Se stai cercando un buon consiglio sull’igiene del sonno, puoi trovarlo nella pagina successiva.

Sindrome delle gambe senza riposo (RLS)

RLS provoca sensazioni spiacevoli e spesso dolorose alle gambe che costringono il corpo a muovere le gambe per ridurre la sensazione. È stato riscontrato che l’incidenza della sindrome delle gambe senza riposo colpisce più del 50% delle persone con fibromialgia, rispetto al 7% della popolazione generale.

Le persone con anemia possono sviluppare RLS. Le malattie croniche, come l’insufficienza renale, il diabete, il morbo di Parkinson e la neuropatia periferica, sono associate alla RLS. RLS può verificarsi anche quando la persona è sveglia. D’altra parte, anche i farmaci antidepressivi possono innescare la RLS. Questa possibilità dovrebbe essere presa in considerazione se i sintomi sono iniziati dopo l’inizio della terapia dell’umore.

Trattamento della sindrome delle gambe senza riposo

I pazienti con fibromialgia sperimentano un miglioramento dei sintomi di affaticamento e sonnolenza quando viene trattata la sindrome delle gambe senza riposo. Alcune tattiche includono:

Le tecniche di autogestione implicano la riduzione della caffeina e altri stimolanti, l’esecuzione di esercizi per le gambe, l’uso di bagni o docce caldi o freddi e l’assunzione di integratori per contrastare le carenze di ferro e acido folico. e magnesio.
I farmaci da prescrizione includono sedativi, farmaci che agiscono sulla dopamina, antidolorifici e anticonvulsivanti. Tre dei farmaci più comunemente usati per RLS sono le pillole Requip e Mirapex e il cerotto Neupro.Fibromialgia e apnea notturna

Forse la peggiore condizione del sonno associata alla fibromialgia è una condizione comune chiamata apnea notturna. Colpisce più di 18 milioni di adulti negli Stati Uniti, secondo la National Sleep Foundation.

L’apnea notturna è un disturbo che ti fa smettere di respirare o avere una respirazione molto superficiale mentre dormi. Questa pausa nella respirazione può durare alcuni secondi o minuti e può verificarsi 30 volte o più in un’ora. Se soffri di apnea notturna, potresti non sapere di aver smesso di respirare durante la notte, ma potresti svegliarti soffocando o ansimando.

Episodi di apnea notturna possono anche farti cadere da un sonno profondo e leggero, che influisce sulla qualità del tuo riposo e può farti sentire stanco durante il giorno. Il disturbo prende il nome dalla parola greca apnea, che significa “senza fiato”.

Per le persone con diagnosi di fibromialgia, l’incidenza dell’apnea notturna era del 61% negli uomini e del 32% nelle donne, secondo uno studio del 2013 pubblicato su Clinical and Experimental Rheumatology. Una variante dell’apnea notturna chiamata sindrome da resistenza delle vie aeree superiori è comune nelle donne con fibromialgia. Il trattamento dei disturbi respiratori del sonno migliora sia il dolore che la fatica nella fibromialgia.

I diversi tipi di apnea notturna
Esistono tre tipi di apnea notturna:

Apnea ostruttiva del sonno. È il tipo più comune di apnea notturna. Succede quando i muscoli nella parte posteriore della gola non riescono a mantenere aperte le vie aeree.
Apnea notturna centrale In questa forma di apnea notturna, il cervello non invia i segnali appropriati per controllare la respirazione durante il sonno.
Sindrome da apnea notturna complessa o “mista”. Questa condizione ha caratteristiche di entrambi i tipi.
Apnea notturna Apnea L’apnea
è una malattia curabile. Un rimedio comune è l’uso di una macchina CPAP (Continuous Positive Airway Pressure). Il paziente indossa una maschera attraverso la quale un compressore fornisce un flusso d’aria continuo, mantenendo le vie aeree aperte e consentendo così un sonno ininterrotto.

L’uso di una macchina CPAP può eliminare dal 90 al 100 percento dell’apnea notturna di una persona. Altri trattamenti sono usati anche per questa condizione, compresi dispositivi orali o nasali e interventi chirurgici per allargare le vie aeree.

Fibromialgia e paralisi del sonno
Un’altra condizione che può essere un po ‘spaventosa è la paralisi del sonno. Non esiste una ricerca concreta per dimostrare o confutare che la paralisi del sonno è una condizione derivante dalla fibromialgia. Tuttavia, ci sono molti resoconti segnalati di paralisi del sonno da persone con fibromialgia.

La paralisi del sonno si verifica principalmente a causa della mancanza di sonno. Dato che raggiungere il sonno REM è così difficile per le persone con fibromialgia e la qualità e la quantità del sonno è così scarsa, ha senso che questa mancanza di sonno REM nelle persone con fibromialgia possa portare alla paralisi. un po ‘di sonno.

Secondo sleepeducation.com, il tuo cervello normalmente permette ai tuoi muscoli di rilassarsi e rimanere fermi mentre dormi. Questa si chiama “lentezza”. La paralisi del sonno può verificarsi quando si verifica atonia mentre sei sveglio. Succede quando ti svegli o ti addormenti e il tuo corpo non può passare correttamente alla REM.

Una paziente che ha riferito di paralisi del sonno ha detto che gli episodi si sono verificati frequentemente per lei al risveglio. Ha detto di essere stata paralizzata dal collo in giù per un dolore orribile, che è durato fino a 20 minuti.

Sette consigli per dormire meglio con la fibromialgia
Non guardare la TV o navigare in Internet sul tuo computer prima di andare a letto. Queste attività aumentano l’attività elettrica del cervello, il che rende più difficile addormentarsi.
Fai più esercizio. Il dolore e la stanchezza possono impedirti di fare esercizio, ma un esercizio leggero può aiutarti a dormire bene la notte.
Integratori a base di erbe. Valeriana, kava kava e melatonina sono farmaci alternativi che hanno aiutato alcune persone ad addormentarsi. La valeriana aiuta a combattere l’insonnia, la kava kava cura anche l’insonnia oltre a stress e ansia e la melatonina aiuta a ripristinare il ritmo naturale del tuo corpo, rendendo più facile addormentarsi.
Selezione di materassi.Sono disponibili diversi materassi che possono fare una grande differenza nella qualità del tuo sonno.
Rimedi per dormire su prescrizione. Ci sono una varietà di farmaci approvati dalla FDA specificamente per i disturbi del sonno, come lo zolpidem (Ambien) e l’eszopiclone (Lunesta).
Simula la respirazione profonda dal sonno. Questo può “ingannare” il tuo corpo nel sonno facendo respiri lenti e profondi che imitano quelli nelle fasi più profonde del sonno. Ti sentirai rilassato e più propenso ad addormentarti.
Vedere anche
Fibro e
cronica farmaco di emicrania Fibro e Ra
dolore cronico
sollievo fibromialgia Pain Relief
perfezionare la vostra salute orale Piano per la fibromialgia
È maggioMi piace anche …
perfezionare il tuo piano di salute orale per la fibromialgia

La linea di fondo

Infine, vi lascio con i consigli che tendo a dare a prescindere dall’argomento relativo alla fibromialgia. Sii gentile con te stesso! Non lasciare che le aspettative degli altri ti imbarazzino riguardo ai tuoi schemi di sonno o ti inducano a fare cose che il tuo corpo non può fare.

Conosci l’orologio del tuo corpo e come ti senti ogni giorno. Se è una notte dura, non sentirti in colpa per aver dormito dentro. Se un breve pisolino durante il giorno sostituisce il sonno perso la notte prima e non interrompe il sonno della notte attuale, allora ovviamente, fai un pisolino! Ascolta il tuo corpo e adattati al suo ritmo.

Se le attività intorno a te influenzano il tuo sonno, scusa educatamente il tuo “posto tranquillo”. Se non hai creato un’oasi e un ambiente migliore per dormire, prenditi il ​​tempo per farlo. È importante che tu faccia tutto il possibile per combattere le condizioni che cercano di privarti del sonno.

Le persone con fibromialgia imparano ogni giorno a familiarizzare con gli indizi del proprio corpo. Quando l’energia è abbondante, segui il flusso. Quando le riacutizzazioni della fibromialgia arrivano alle loro brutte teste, riposati, raggruppati e concediti. Ad ogni modo, non arrenderti!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *